edu

EducazioneUnità - Education for Unity

2012 Zagabria palco11 dicembre 2012 * Facoltà di Zagabria: presentazione del Compendio di Pedagogia di Comunione e Metodo Agazzi (in 3 lingue)

Info


           Presenti, nonostante la neve, un centinaio di partecipanti: docenti e già Decani delle Facoltà Pedagogica e Filosofica di Zagabria, della Facoltà di Scienze motorie, assistenti, studenti, persone del campo educativo e formativo, del mondo dell’arte e delle istituzioni Tra essi: l’Ambasciatore italiano in Croazia S.E. Emanuela D’Alessandro, il prof. Malden Tenodi assessore alla cultura della città di Križevci, la dott.ssa Mirna Andrijašević, prodecano della Facoltà di Scienze motorie di ZG, il dott. Valentino Pužeski, già sindaco della città di Križevci e docente emerito. Presente anche la TV nazionale e altri giornalisti.

Il saluto da parte del Decano prof. dr. sc. Ivan Prskalo, comprendente i saluti arrivati per e-mail o messaggi tra i quali quello del Rettore di Bitola (macedonia) prof. dott. Zlatko Zoglev, ha aperto la cerimonia. La presentazione del libro, intervallata da momenti artistici al pianoforte della prof. Tamara Jurkić Sviben e della mezzo soprano Katja Radoš-Perković, é stata svolta dal punto di vista storico, antropologico e pedagogico dal prof. dr. sc. Ante Bežen, dalla prof. Anna Lisa Gasparini, dal recensore prof. dr. sc. Mirjana Šagud e dal prof. dr. sc. Vladimir Šimović che ha sottolineato il lavoro professionale e del cuore dei curatori del libro stesso ed ha concluso con la lettura del messaggio del prof. dr. Michele De Beni.

 

Emanuela D’Alessandro, l’Ambasciatore italiana ha messo in risalto la preziosa collaborazione tra la Facoltà Pedagogica di Zagabria e le Facoltà di Padova, Verona, Brescia, Milano, Roma in particolare con lìIstituto Universitario (Loppiano, Italia) con il quale la Facoltà Pedagogica di Zagabria ha firmato un Accordo .

 

           Jelena Mališa, socio-pedagogista alla fine ha donato la sua preziosa esperienza come ex Corsista del Programma di specializzazione di 180 ore in Pedagogia di comunione e metodo Agazzi conclusosi nel 2008 e di Sophia che le permette ora di lavorare con professionalità e di diffondere una nuova cultura di comunione.

 

 

 

b_320_0_16777215_00_images_libro_atti_Pedagogia_di_comunione.jpg INDICE

Presentazione

1. Restituire l’uomo alla sua umanità

   Creare rapporti di comunione                            

   EducazioneUnità: le sue origini

 

   Dall’educazione una speranza nuova

 

 2. Una sfida di senso, una sfida di metodo

 

   Verso una nuova prospettiva di studio

 

   Fondamenti di metodo

 

   Educazione e processi E-learning

   La sfida educativa del pensare

   È la vita che fa capire

 3. Uno sguardo aperto

  Il senso dell’educare

  La notte della cultura europea

  Il coraggio di esser educatori oggi

 4. Oltre la frammentazione

 Oltre la frammentazione

Globalizzazione, pluralismo e risposta pedagogica interculturale

Per una Pedagogia dell’unità

 5. Gestione dei conflitti. Passi di dialogo

Il conflitto (i conflitti) nella pedagogia

La gestione dei conflitti in chiave interculturale

Intercultura e minoranze linguistiche

La psicologia positiva nello sviluppo dei giovani

Il comportamento prosociale per l’educazione alla pace

6. Per una pedagogia di comunità

ll sé e l’altro. Sviluppo sociale e morale

Bisogno di comunità e il prendersi cura

Per una pedagogia di comunità

Passi per incontrarci nella solidarietà-fraternità

 7. Percorsi di reciprocità

 Reciprocità. Rinascimento della Persona e della Comunità

Reciprocità. Aspetti antropologici

Povertà e reciprocità dalla prospettiva dell’Economia di comunione

 8. A modello di famiglia educativa

 Genesi, sviluppo e diffusione del Metodo Agazziano

Proposta educativa di Rosa Agazzi. Itinerario di lettura

Una formazione integrale

Pedagogia agazziana. La relazione educativa secondo il Metodo

La narrazione secondo il metodo Agazzi

 Per Continuare Insieme

 Bibliografia

 

CONTENTS

Presentation

1.Restore humanity to men

Creating relationship of community

EducationUnity-its origins

A new hope from education

 2.A challenge of meaning, a challenge of a method

Towards new perspective of studying

Method foundations

Education and e-learning processes

Educational challenge of thought

Life makes us understand

 3.An open look

The meaning of education

The night of European culture

The courage of being an educator today

 4.Beyond fragmentation

Beyond fragmentation

Globalization, pluralism and intercultural pedagogical response

For the pedagogy of unity

 5.Conflict management. Steps towards a dialogue

Conflict (conflicts) in pedagogy

Conflict management in the intercultural key

Interculture and language minorities

Positive psychology in the development of young people

Prosocial behaviour for education for peace

 6.For the pedagogy of community

Oneself and the other. Social and moral growth

The need for community and taking care

For the pedagogy of community

Steps for meeting each other in solidarity-fraternity

 7.Courses of reciprocity

Reciprocity. Renaissance of a person and the community

Reciprocity. Anthropological aspects

Poverty and reciprocity from the perspective of the economy of communion

 8.According to the model of an educational family

Genesis, development and diffusion of the Agazzi method

Education proposal of Rosa Agazzi. The method of reading

Integral education

Agazzi pedagogy. Educational relation according to the method

Storytelling using elements of Agazzi method

 To continue together

 

 

 

 Authors/Autori Araùjo Vera: sociologa, coordinatrice internazionale di Sociale-One, Roma

Avogadri Giovanni: professore di Lingua e letteratura italiana,Liceo Russell-Newton, Scandicci-Firenze
Luigino Bruni: professore associato, Facoltà di Economia, Università di Milano-Bicocca

Michele De Beni: professore aggregato, Istituto Universitario di Scienze della Formazione, IUSVE, Venezia
Foresi Pasquale: teologo, confondatore del Movimento dei Focolari, Roma
Gardani Pietro: direttore Istituto Pedagogico Pasquali-Agazzi, Brescia
Gasparini Anna Lisa: coordinatrice pedagogica della Scuola dell’Infanzia Raggio di Sole, Križevci
Hrvatić Neven: professore straordinario, Facolta' di Filosofia,Università di Zagabria

Lubich Chiara: fondatrice del Movimento dei Focolari, Roma
Marchesoni Carla: già co-responsabile internazionale di EdU-EducazioneUnità, Roma

Milan Giuseppe: professore ordinario, Facoltà di Scienze della Formazione,Università di Padova
Porsche Manfred: direttore del Dipartimento di Educazione allo sviluppo,Istituto Pedagogico di Vienna
Portera Agostino: professore ordinario, Facoltà di Scienze della Formazione,Università di Verona
Rijavec Majda: professoressa ordinaria, Facolta' di Pedagogia,Universita' di Zagabria

Roche Olivar Robert: professore ordinario, Facoltà di Psicologia,Università Autonoma di Barcellona
Scurati Cesare: già professore emerito, Facoltà di Scienze della Formazione,Università Cattolica, Milano
Silov Mile: professore emerito, Facolta' di Pedagogia,Universita' di Zagabria

Šimović Vladimir: professore ordinario, Facoltà di Pedagogia,Università di Zagabria
Velički Vladimira: professoressa ordinaria, Facoltà di Pedagogia,Università di Zagabria
Zanghì Giuseppe Maria: professore incaricato, Istituto Universitario “Sophia“,Loppiano-Firenze.

condividi

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Call for papers Madrid 2016

Call for papers LUBLIN 2016

LOGIN

Login  EducazioneUnità - Education for Unity

Pubblicazioni

Foto

Foto edu for unity

Tesi di laurea

Sono numerosi gli studenti che hanno scritto e discusso tesi di laurea dando un loro contributo al comune cammino di ricerca mondiale per una "pedagogia dell'unità".

Nella sezione "Studi e ricerche" stiamo pubblicando brevi sintesi di questi lavori e chiederemmo a tutte e tutti coloro che lo desiderano di inviarceli (con eventuale recapito mail per prendere contatti).

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.